A PIECE OF HEAVEN

Musei

  • A Padula c’è la Casa museo di Joe Petrosino

    Era tornato a Padula in quel marzo 1909 che gli sarebbe stato fatale. Pochi giorni prima di raggiungere la sua principale destinazione, Palermo, dove la mafia era già avvisata e pronta ad ucciderlo. Dalla città della Certosa dov’era nato, Joe Petrosino mancava da trentasei anni, cioè da quando, appena tredicenne, l’aveva dovuta lasciare per emigrare con la famiglia in America. E non ci era più tornato fino a quella primavera, quando

    ...
  • ARCOS, il Museo d’Arte Contemporanea con i reperti egizi

    Nel nome è un Museo di Arte contemporanea, ma in realtà questo piccolo museo nei sotterranei del Palazzo di Governo, nel centralissimo corso Garibaldi, al suo interno offre un allestimento sorprendente.

  • BENEVENTO - Museo diocesano e percorso archeologico ipogeo

    Il sottosuolo della cattedrale, una miniera di testimonianze archeologiche della vita delle popolazioni che si sono susseguite a Benevento dalla Preistoria al Medio Evo.

  • BOSCOREALE – L’ANTIQUARIUM

    Uomo e Ambiente nel Territorio vesuviano 

    È l’ideale completamento della visita all’attigua Villa Regina, l’unica delle ville rustiche di Boscoreale ad essere aperta al pubblico.

  • CAPUA – Museo dei gladiatori

    Nelle vicinanze dell’anfiteatro di Santa Maria Capua Vetere, si incontra il piccolo ma particolare Museo dei Gladiatori, tutto dedicato alla realtà del vicino monumento. Si tratta di tre sale, aperte al pubblico dal 2003. La sala dopo l’ingresso accoglie un grande plastico dell’anfiteatro come’era nella sua epoca d’oro. Alla struttura vera appartenevano tre tra le chiavi d’arco che abbellivano il monumento, collocate nella sala insieme a numerose iscrizioni

    ...
  • CAPUA – Museo provinciale campano

    Una miniera di reperti  archeologici, opere d’arte, documenti e testimonianze storiche.  E’ il Museo Provinciale Campanodi Capua, fondato nel 1870 dal canonico Gabriele Iannelli, illustre archeologo che ne fu anche il primo direttore, e inaugurato nel 1874 nella prestigiosa sede  del Palazzo Antignano , scrigno appropriato per un contenuto tanto

    ...
  • CUSANO MUTRI - le Forre del Titerno

    Sul versante meridionale del Matese, Cusano Mutri è un magnifico borgo medievale rimasto pressoché inalterato nel tempo, fatta eccezione per il castello del XIII secolo di cui restano pittoresche rovine.

  • Farmacia degli Incurabili e Museo delle Arti sanitarie

    Un gioiello d’arte al servizio della scienza. Questo è stata fin dalla sua fondazione la storica Farmacia degli Incurabili, parte integrante del complesso che comprendeva originariamente  l’ospedale di Santa Maria del Popolo degli Incurabili e la chiesa di Santa Maria del Popolo, vicino al decumano superiore, nel cuore di Napoli. Dove cinquecento anni fa, tra il 1520 e il 1522 furono costruiti l’ospedale e la

    ...
  • Il Museo del Sannio

    Il principale museo cittadino, il Museo del Sannio, è diviso in quattro sezioni: archeologia, medievalistica, arte e storia. Collocate in sedi diverse, tutte di grande valore storico. 

  • Il Museo dell’Arco a Sant’Ilario a Port’Aurea

    Una chiesa altomedievale sconsacrata da tre secoli, un edificio del II secolo d.C. e testimonianze ancora più antiche: è questo il complesso monumentale di Sant’Ilario a Port’Aurea, perché si trova nelle immediate vicinanze della Porta Aurea, come fu ribattezzato l’Arco di Traiano in epoca longobarda.

  • Il Museo di Capodimonte

    Il museo sulla collina di Capodimonte, istituito nel 1957, vanta un’origine storica legata alla nascita del Regno indipendente delle Due Sicilie. Era il 1734. Con l’addio al vicereame spagnolo, Carlo III di Borbone divenne re e Napoli fu catapultata in una dimensione politica che assumeva importanza parallela a quella culturale già da secoli espressa in Europa. In questo scenario, la ricchissima collezione

    ...
  • In Soprintendenza l’originale dello Scipionyx samniticus

    Nell’antico complesso religioso di San Felice, nel seicentesco convento dei Cappuccini, trasformato in carcere dopo l’Unità d’Italia, ha oggi sede la Soprintendenza archeologica, presso la quale sono esposti al pubblico varie lapidi romane, ma soprattutto il reperto fossile originale dello Scipionyx samniticus, noto come “Ciro”, ritrovato a Pietraroja, dove una copia è presente al Paleolab, il museo di geologia e

    ...
  • La Certosa di San Martino

    Contemporanea a quella di Padula, il complesso della Certosa sulla collina del Vomero che domina la città rientra nel contesto del mecenatismo religioso angioino e testimonia l’espansione dell’ordine dei Certosini nel Regno di Napoli. A realizzarla fu chiamato il capomastro della corte angioina Tino di Camaino, alla cui morte subentrò Attanasio Primario. Di quel primo impianto sono giunti fino a noi i

    ...
  • La scoperta dell’antica Ercolano lanciò la moda del Grand Tour

    La memoria dell’antico splendore era andata quasi perduta tra gli abitanti di Resina.

  • MONTESARCHIO, l’antica capitale dei Caudini

    Secondo il mito, nelle sue vicinanze, in una delle grotte del Taburno, Ercole portò a buon fine una delle sue dodici fatiche uccidendo il leone di cui da allora avrebbe vestito la pelle.

  • Museo d’Arte contemporanea Donnaregina - Madre

    Nel centrale quartiere San Lorenzo, in via Settembrini, il Museo d’Arte contemporanea, noto con l’acronimo Madre, si identifica con lo storico palazzo Donnaregina, edificato nel Settecento su un tratto della cinta muraria antica del V e VI secolo, che è visibile nello spazio della biglietteria, con modifiche risalenti all’Ottocento. Il nome deriva dal monastero di Santa Maria Donnaregina. L’edificio è stato acquistato nel 2004 dalla Regione

    ...
  • Museo dei ricordi di Padre Pio

    Situato proprio di fianco al convento dei Cappuccini a cui è collegato, vi sono esposti numerosi oggetti di uso quotidiano da parte del Santo di Pietrelcina, che fu ordinato sacerdote proprio a Benevento. Vi si trovano gli abiti talari, due sai, i guanti macchiati dal sangue delle stigmate, la sua Bibbia, il calice per dire Messa, i Crocifissi e finanche la culla di legno che lo accolse da neonato.

  • Palazzo Zevallos Stigliano

    Un palazzo seicentesco che da solo è già un’opera d’arte. In via Toledo, dunque nel ventre di Napoli che in ogni angolo riserva muovi motivi di interesse. E una collezione di opere d’arte che, sebbene sia solo una minima parte dei capolavori che sono passati per quelle stanze, fa della Galleria d’arte del Palazzo Zevallos Stigliano una tappa imperdibile nella città di Partenope,

    Opera

    ...
  • PIANO DI SORRENTO –Museo Archeologico della Penisola Sorrentina “George Vallet”

    Uno sperone di roccia che sorge dal mare. Una mirabile veduta del golfo di Napoli. Un grande parco di piante mediterranee, imponenti alberi storici e fiori a profusione. E una magnifica villa ottocentesca a due piani in stile neoclassico, armoniosamente inserita nel paesaggio, ricca di pregevoli abbellimenti all’esterno e all’interno, che un attento e rispettoso restauro ha recuperato all’aspetto originario dopo il terremoto del 1980.  Già questo sarebbe

    ...
  • SANTA MARIA CAPUA VETERE - Museo archeologico dell’antica Capua

    Nel Museo, allestito nella Torre di Sant’Erasno, sono esposti i materiali frutto delle campagne di scavo condotte nel territorio di Capua nella seconda metà del XX secolo. Nelle dieci sale aperte al pubblico, sono esposti, in ordine cronologico e tenendo conto del contesto dello scavo, i reperti dal X al I secolo a.C. 

    Il percorso espositivo parte dai reperti dell’Età del Bronzo, tra il XVI e il XIV secolo, provenienti

    ...
X

Avviso

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale senza autorizzazione, è vietata.