A PIECE OF HEAVEN

Grotte

  • Grotta dell’Angelo

    Una grotta rupestre, circondata da un paesaggio naturale magnifico nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, nel Comune di Sant’Angelo a Fasanella.  Un luogo di grande religiosità fin dall’XI secolo, quando vi si insediò una comunità monastica di Benedettini.  All’interno della grotta, la cappella dedicata all’Immacolata custodisce sculture, affreschi del Trecento e una statua di San Michele arcangelo.

  • Grotte del Bussento

    Nel Cilento meridionale, nell’entroterra del Golfo di Policastro, c’è un sito di altissimo valore ambientale che si identifica con il bacino idrografico del fiume Bussento. A renderlo ancora più speciale e unico è che, ad una parte emersa, ne corrisponde un’altra sotterranea. Una particolarità che è conseguenza di un fenomeno carsico collegato proprio alla presenza del fiume, che scorre in parte sottoterra, prima di riemergere nel

    ...
  • Grotte dello Zachito

    Il fiume Melandro scorre nelle vicinanze. Le Grotte dello Zachito, nel territorio di Caggiano, rivelarono nell’Ottocento un tesoro archeologico sorprendente. Nella cavità interna a cui si accedeva attraverso uno stretto cunicolo furono rinvenuti da Paolo Carucci (autore anche della scoperta delle Grotte di Pertosa) reperti del Bronzo medio, ovvero del VI secolo a.C., riconducibili ai primi frequentatori della zona,

    ...
  • Grotte di Castelcivita

    Lo stillicidio ha fatto meraviglie. Stalattiti e stalagmiti compongono scenografie immaginifiche e misteriose, formano sculture imponenti e sorprendono con continue suggestioni lungo tutto il percorso. Che copre solo una parte dell’immenso complesso ipogeo delle Grotte di Castelcivita, nel ventre degli Alburni, sulla sponda destra del Calore.

  • Grotte di Pertosa

    La cavità nella roccia, straordinariamente spaziosa, offriva riparo e rifugio sicuri. E la presenza di acqua dolce a volontà era un altro aspetto favorevole di quel luogo, anche per viverci, non solo per farvi tappa temporaneamente. L’unico ostacolo era l’acqua che copriva il pavimento della grotta. Così realizzarono un percorso rialzato e altrettanto fecero per gli spazi della vita quotidiana.

  • La Grotta dello Smeraldo, uno spettacolo della natura

    Sono i raggi di sole che penetrano all’interno da una fessura della roccia sotto il livello del mare a donarle la caratteristica per cui è più famosa e da cui prende il nome: Grotta dello Smeraldo, una delle meraviglie della Costiera. Nel territorio di Conca dei Marini, a poca distanza da Amalfi, ci si arriva scendendo dalla Statale attraverso una scala che conduce ad un comodo ascensore oppure direttamente dal mare. E dal mare la scoprì per caso nel 1932

    ...
  • Le grotte di Cusano Mutri

    Sul versante meridionale del Matese, Cusano Mutri è un magnifico borgo medievale rimasto pressoché inalterato nel tempo, fatta eccezione per il castello del XIII secolo di cui restano pittoresche rovine. Dal suo centro storico partono i percorsi che raggiungono i gioielli che Madre Natura ha donato a questo territorio. Una stradina segnata da pannelli di maiolica, corrispondenti alle stazioni della via Crucis, conduce sul Monte

    ...
X

Avviso

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione, anche parziale senza autorizzazione, è vietata.